soffitto2

Progetto Nordic Walking

SOGGETTO RICHIEDENTE
Associazione Nazionale Donne Operate al Seno

SOGGETTI COINVOLTI
Donne operate al seno per neoplasia mammaria

OBIETTIVI DEL PROGETTO
Migliorare la mobilità articolare e la postura
Favorire lo spostamento a piedi ed il controllo ponderale
Aumentare il benessere psico-fisico
Favorire la possibilità di socializzazione ed aggregazione tra i partecipanti.

Metodi ed Azioni
Costituzioni di gruppi di cammino su base volontaria che utilizzano la tecnica del Nordic Walking.
Esercizi per migliorare gli apparati respiratorio, muscolare e scheletrico.
Partecipazione a manifestazioni sportive non competitive coinvolgendo anche famigliari ed amici.

Il Nordic Walking viene sempre più usato per la riabilitazione oncologica delle donne operate al seno per neoplasia. Questa disciplina sportiva è completa dal punto di vista muscolare, articolare e metabolico: essa consiste in una camminata assistita da due bastoncini modificati nell’altezza e nell’impugnatura, per assicurare una salda presa della mano nella fase di spinta delle braccia durante il passo. Questa spinta è proprio l'elemento che contraddistingue il Nordic Walking da altre discipline che utilizzano i bastoncini, come ad esempio il trekking che invece usa questi ultimi solo come appoggio.
L’intervento chirurgico, a cui fanno fronte le donne operate al seno, spesso porta ad un cambiamento dell'assetto corporeo e della postura, con conseguenti atteggiamenti di limitazione della motilità della spalla e di formazione di linfedema. Per queste limitazioni dell’assetto posturale risulta molto utile utilizzare i bastoncini che rappresentano una sorta di prolungamento degli arti superiori. È proprio grazie a loro infatti che si torna ad essere “quadrupedi” attivando così circa il 90% dei muscoli. Gli effetti positivi della camminata nordica con i bastoncini riguardano anche l’equilibrio e la coordinazione motoria.
La camminata nordica, essendo un'attività prevalentemente aerobica, allena il sistema cardiovascolare e respiratorio svolgendo un'elevata azione metabolica e mobilizzando i depositi di grasso. Questo è particolarmente utile per combattere l’eccesso ponderale a cui sono soggette le pazienti operate di tumore al seno, sottoposte a chemioterapia e alle cure ormonali, poiché come dimostrano studi scientifici, “combattere l’obesità ha un’azione protettiva nei confronti delle possibili recidive future”.

Tempi: Corso di 9 ore in 6 incontri da 90 minuti cadauno.

Luoghi: La Darsena, il Parco Urbano, Le mura di Porta degli Angeli (c.d. “casa del boia”) – Ferrara

TEMPISTICHE PROGETTUALI
Da Gennaio a Dicembre 2019 – N.ro Max corsi – 10

Il Nordic Walking viene sempre più usato per la riabilitazione oncologica delle donne operate al seno per neoplasia. Questa disciplina sportiva è completa dal punto di vista muscolare, articolare e metabolico: essa consiste in una camminata assistita da due bastoncini modificati nell’altezza e nell’impugnatura, per assicurare una salda presa della mano nella fase di spinta delle braccia durante il passo. Questa spinta è proprio l'elemento che contraddistingue il Nordic Walking da altre discipline che utilizzano i bastoncini, come ad esempio il trekking che invece usa questi ultimi solo come appoggio.

L’intervento chirurgico, a cui fanno fronte le donne operate al seno, spesso porta ad un cambiamento dell'assetto corporeo e della postura, con conseguenti atteggiamenti di limitazione della motilità della spalla e di formazione di linfedema. Per queste limitazioni dell’assetto posturale risulta molto utile utilizzare i bastoncini che rappresentano una sorta di prolungamento degli arti superiori. È proprio grazie a loro infatti che si torna ad essere “quadrupedi” attivando così circa il 90% dei muscoli. Gli effetti positivi della camminata nordica con i bastoncini riguardano anche l’equilibrio e la coordinazione motoria.

La camminata nordica, essendo un'attività prevalentemente aerobica, allena il sistema cardiovascolare e respiratorio svolgendo un'elevata azione metabolica e mobilizzando i depositi di grasso. Questo è particolarmente utile per combattere l’eccesso ponderale a cui sono soggette le pazienti operate di tumore al seno, sottoposte a chemioterapia e alle cure ormonali, poiché come dimostrano studi scientifici, “combattere l’obesità ha un’azione protettiva nei confronti delle possibili recidive future”.

Fondazione Estense
Via Cairoli, 13 - 44121 Ferrara | tel. 0532/205091 fax. 0532/210362 | email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. | www.fondazioneestense.it
Codice Fiscale 00112530381 | Informativa sulla privacy | Cookie policy